Cosa fare e vedere a Bali Ubud: esperienze imperdibili sull’Isola degli Dei

Dtukad-river-club2 bali ubud

Quando si tratta di decidere cosa fare e vedere a Bali Ubud la scelta può farsi difficile perché la meravigliosa Isola degli Dei è un tripudio di bellezze e meraviglie.  Suggestive risaie terrazzate, spiagge dorate bagnate da acque turchesi e tramonti infuocati che dipingono il cielo, riti antichi, danze ipnotiche. Ma l’isola offre molto altro: è un rifugio per l’anima, dove la cultura balinese vibrante si intreccia con la gentilezza autentica della sua gente. In questo articolo scoprirai cosa fare e vedere a Bali in un itinerario di 4 giorni alloggiando a Ubud

Ubud: La porta d’accesso all’anima di Bali

Ubud, cuore pulsante dell’isola indonesiana di Bali, rappresenta un punto di partenza ideale per esplorare la cultura, la natura e le tradizioni di questa terra magica. Immersa nella lussureggiante foresta pluviale e circondata da risaie terrazzate mozzafiato, Ubud offre un’ampia varietà di esperienze per tutti i gusti: dagli amanti dell’arte e della spiritualità agli appassionati di trekking e yoga.

Alloggiare a Ubud ti permetterà di esplorare comodamente l’isola e seguire il mio itinerario a Bali

Cosa fare e vedere a Bali Ubud: itinerario 1° giorno

Visitare la Monkey Forest di Bali Ubud: 

Nel corso del 20° secolo, la Monkey Forest di Ubud ha guadagnato fama come un’importante area di conservazione. Grazie all’impegno dedicato, la sua bellezza naturale è stata preservata mentre si è promosso un turismo responsabile e si è aumentata la consapevolezza del suo significato culturale e ambientale. Oggi, la Monkey Forest rappresenta un santuario prezioso dove i visitatori possono immergersi nella natura, osservare il comportamento affascinante delle scimmie e sostenere la sua conservazione. La missione del santuario si ispira al concetto induista di Tri Hita Karana, che promuove relazioni armoniose tra esseri umani, natura e divino. Questo sito sacro incarna l’incredibile coesistenza tra l’uomo e la natura, contribuendo in modo significativo alla vita spirituale e culturale della comunità locale.

Per gli orari di apertura della Monkey Forest, consulta il sito ufficiale, mentre se desideri prenotare un tour guidato alla Foresta delle Scimmie, clicca qui.

Fare shopping a Ubud Traditional Art Market:

L’ Ubud Traditional Art Market è un’iconica destinazione situata nel cuore di Ubud. Questo mercato offre una vasta selezione di prodotti artigianali della tradizione balinese, tra cui dipinti, sculture, tessuti, gioielli e oggetti decorativi fatti a mano. È un luogo vibrante e affollato, dove i visitatori possono immergersi nella cultura locale e interagire con gli artigiani. Tappa perfetta per acquistare qualche souvenir, ovviamente non dimenticare di contrattare sui prezzi! 

bali Ubud Traditional Art Market

Visitare Pura Gunung Lebah: 

Il Tempio Pura Gunung Lebah è uno dei punti di riferimento nel centro di Ubud. Questo tempio risalente all’VIII secolo si trova all’estremità occidentale della strada principale Jalan Raya Ubud. Si affaccia sul lato orientale della valle di Campuhan di Ubud, di conseguenza, il suo nome si traduce liberamente in “tempio della valle della montagna”. Risale all’epoca del sacerdote induista storico Rsi Markandeya, il quale è responsabile della costruzione della maggior parte dei templi principali dell’isola. Gunung Lebah si può visitare gratuitamente ed è particolarmente colorato durante il suo anniversario chiamato “Piodalan”, che si celebra ogni 210 giorni, il mercoledì di “Wuku Sinta” secondo il calendario balinese Pakuwon. Questa giornata coincide con le celebrazioni del giorno di Pagerwesi a Bali.

Visitare Pura Taman Saraswati (tempio dell’acqua):

Il tempio di Pura Taman Saraswati è stato progettato dall’architetto balinese I Gusti Nyoman Lempad su incarico del principe di Ubud, Cokorda Gede Agung Sukawati. Costruito tra il 1951 e il 1952, è dedicato alla dea induista Saraswati. È famoso per il suo laghetto adornato da fiori di loto e il giardino acquatico circostante. L’accesso alla parte sacra è segnalato da tre porte “Kori”, di cui il “Kori Agung” è il più imponente. All’interno, vi è una particolare struttura architettonica che serve a disorientare gli spiriti maligni, consistente in un muro che è in realtà la schiena di una statua del demone “Jero Gede Mecaling”.

ubud bali

Visitare Pura Desa Bali Ubud: 

Pura Desa Ubud, uno dei templi più antichi e prestigiosi di Ubud, riveste un ruolo fondamentale nelle cerimonie religiose e nelle celebrazioni locali. La sua architettura tradizionale balinese e l’aura di spiritualità che lo circonda lo rendono una tappa imperdibile per chi visita Ubud.

Situato nel cuore della città, Pura Desa Ubud è un luogo di venerazione e riflessione, offrendo un’esperienza autentica della cultura e della spiritualità balinese. Le sue strutture architettoniche, ricche di simbolismo e dettagli artistici, rappresentano un esempio pregevole dell’arte tradizionale balinese.

Esplorare il Palazzo Reale: 

Il Palazzo Reale di Ubud, noto anche come Puri Saren Ubud Palace, è una delle principali attrazioni turistiche di Ubud, Bali. Costruito nel XIX secolo, è la residenza della famiglia reale di Ubud e ospita spettacoli serali di danza e musica balinese. Oltre alla sua architettura tradizionale e ai suoi splendidi giardini, il palazzo è anche sede di eventi culturali e internazionali.

Una delle cose da fare a Bali è assistere ad uno spettacolo di danze tradizionali e il Palazzo Reale è il luogo ideale. Puoi acquistare i biglietti direttamente sul posto ma, dato che si esauriscono facilmente, ti consiglio di prenotare lo spettacolo in anticipo su Get your Guide a questo link

Cosa fare e vedere a Bali Ubud: itinerario 2° giorno

Per l’itinerario del secondo giorno a Bali ci siamo spostati con il nostro Driver Nyoman, esplorando alcune attrazioni nei dintorni di Ubud. Ecco i miei consigli su cosa fare a Bali: 

Visitare una piantagione di caffè: 

Una delle cose da fare a Bali è visitare una piantagione di caffé, un’esperienza affascinante che consente di immergersi nel mondo della produzione di caffè, scoprendo il processo dalla pianta alla tazza. 

Durante un tour guidato in una piantagione di caffè, solitamente, c’è un momento dedicato alle degustazioni, dove è possibile assaggiare una grande varietà di caffè, scoprendo le sfumature aromatiche e i sapori unici di ogni tipologia. Ovviamente è anche possibile acquistare il caffè, io ho amato quello al cocco, tra tutti, e ne ho comprato una confezione che custodisco gelosamente. Per visitare una piantagione di caffè basterà chiedere al tuo driver, ce ne sono tante sparse per l’isola. Oppure, se preferisci organizzare in anticipo ti suggerisco l’esperienza proposta da Get Your Guide, affidabile e con cancellazione gratuita.

Visitare Tegalalang Rice Terraces: 

Tra le cose da fare a Bali non può mancare una visita alle terrazze di riso di Tegalalang, una meraviglia naturale che attira visitatori da tutto il mondo. Queste terrazze a gradini, create manualmente dai contadini locali secoli fa, si estendono per chilometri lungo le pendici delle colline, creando un paesaggio mozzafiato. Le terrazze sono una testimonianza dell’antica pratica agricola balinese e rappresentano un’armoniosa fusione tra l’uomo e la natura. È possibile visitare le terrazze a piedi o tramite sentieri panoramici, ammirando il lavoro duro e l’ingegnosità che è stata necessaria per creare e mantenere queste impressionanti strutture agricole. Con il loro verde lussureggiante e la bellezza senza tempo, le terrazze di riso di Tegalalang offrono un’esperienza indimenticabile: qui si trovano le famose “altalene di Bali” ma anche altre attrazioni come zipline e simili. Io mi sono divertita molto!

Visitare il Tirta Empul Temple:

Il Tempio di Tirta Empul, situato nel villaggio di Tampaksiring, è uno dei siti sacri più venerati di Ubud Bali. Risalente al IX secolo, questo antico tempio è rinomato per le sue sorgenti d’acqua sacra, considerate curative e purificanti dagli induisti balinesi. I devoti visitano il tempio per partecipare ai rituali di purificazione, immergendosi nelle sue piscine sacre e seguendo tradizioni secolari che risalgono ai tempi dei re balinesi. 

Purtroppo, ho trovato questo posto estremamente turistico e non sono riuscita a cogliere la spiritualità, piuttosto, mi è sembrato troppo caotico e poco autentico. 

 Tirta Empul Temple bali ubud

Visitare il Villaggio di Penglipuran:

Penglipuran è noto come uno dei villaggi più belli di Bali. Sicuramente ti capiterà di leggere di edifici tradizionali ben conservati che trasportano i visitatori in un viaggio nel tempo, offrendo una rara visione della vita quotidiana nelle comunità balinesi. È vero che si passeggia tra le case tradizionali, ma di autentico, personalmente, ho trovato ben poco. Anche in questo caso, l’ho percepito come un luogo estremamente turistico e un po’ “scarno”. Forse l’avrei evitato, ma questo è solo il mio parere. 

Cosa fare e vedere a Bali Ubud: itinerario 3° giorno

Anche durante il terzo giorno a Bali, abbiamo continuato a esplorare le attrazioni nei dintorni di Ubud, accompagnati dal nostro autista.

Visitare il Goa Gajah

Il tempio di Goa Gajah, noto anche come Caverna dell’Elefante, si trova sull’isola di Bali, a circa 2 chilometri a sud-est di Ubud. Costruito intorno al IX secolo, venne utilizzato come santuario e fu riscoperto nel 1923 da archeologi olandesi. Le origini della caverna sono incerte, ma una leggenda locale narra che sia stata creata dal gigante mitologico Kebo Iwa. Il nome potrebbe derivare dal vicino fiume Petanu o dall’immagine della statua dell’ingresso, scambiata per un elefante. Lo stile architettonico, che mescola elementi buddhisti e induisti, suggerisce un’origine nel XI secolo durante il regno di Bali.

L’ingresso conduce a un ambiente a forma di T con statue di lingam, yoni e Ganesh. Un corridoio ornato da rilievi demoniaci induisti porta ai bagni rituali ornati da statue-fontana di bidadari, spiriti femminili dell’acqua e delle nuvole. Queste vasche servivano per la purificazione dei pellegrini e dei devoti. Il tempio è descritto nel poema Nagara Kretagama del 1365 come uno dei dieci principali luoghi di culto buddhisti a Bali.

Ammirare la Kanto Lampo Waterfall: 

Kanto Lampo” è una suggestiva cascata situata vicino al villaggio di Gianyar ed è una tra le cose da vedere a Bali assolutamente. La sua bellezza naturale e l’atmosfera rilassante l’hanno resa una popolare attrazione turistica. L’acqua scorre giù lungo pareti di roccia scoscese creando un effetto di cascata che si riversa in una piscina naturale sottostante. Qui la magnificenza della natura è chiara a tutti, ed è per questo che si è rivelata una delle attività più emozionanti. Unico inconveniente è che potrebbe esserci molta gente che fa la fila per le foto, perciò, ti suggerisco di andarci al mattino.

kanto lampo waterfall

Scoprire la Tegenungan Waterfall: 

La cascata di Tegenungan è una delle attrazioni naturali più emozionanti sull’isola di Ubud Bali. Situata nel villaggio di Tegenungan, a circa 10 chilometri a sud-est della città di Ubud, questa cascata offre uno spettacolo mozzafiato con le sue acque che scorrono giù da alte pareti di roccia verdissima. La cascata di Tegenungan è facilmente accessibile e regala un paesaggio naturale pazzesco.

Rilassarsi al D’tukad river club: 

Il D’tukad River Club è un affascinante locale situato tra le lussureggianti foreste, che offre la possibilità di gustare deliziosi pasti, sorseggiare drink e rilassarsi in piscina con una vista meravigliosa. Posizionato sopra la splendida cascata di Tegenungan, rappresenta il luogo ideale per ricaricare le energie e concedersi un meritato momento di relax dopo una giornata intensa.

Fare la Campuhan Ridge Walk: 

Il Campuhan Ridge Walk è un sentiero panoramico situato nei dintorni della città di Ubud Bali. Questo suggestivo percorso offre la possibilità di immergersi nella natura incontaminata godendo di spettacolari viste panoramiche sul paesaggio circostante. Il sentiero attraversa pittoreschi campi di riso, rigogliose vallate fluviali e lussureggianti foreste tropicali, offrendo un’esperienza immersiva nella bellezza naturale di Bali.

Campuhan Ridge Walk ubud bali

Cosa fare e vedere a Bali Ubud: itinerario 4° giorno

Continuando il viaggio a Bali con il nostro autista, abbiamo esplorato un’altra affascinante zona. Ecco cosa vedere:

Visitare Ulun Danu Beratan Temple: 

Il tempio di Ulun Danu Beratan è un’iconica attrazione situata sulle rive del lago Bratan, nell’entroterra montuoso di Bali. Questo tempio hindu è dedicato alla dea delle acque, Dewi Danu, e sorge su un piccolo promontorio circondato dal lago e dalle maestose montagne. La sua architettura tradizionale balinese e la posizione pittoresca lo rendono uno dei luoghi più fotografati e iconici di Bali. Il tempio è particolarmente suggestivo al tramonto, quando il sole si riflette sulle acque del lago, creando un’atmosfera magica e suggestiva.

Ulun Danu Beratan Temple bali ubud

Ammirare l’Handara Gate: 

Il Handara Gate è una delle porte più fotografate di Bali, che si trova nella regione montuosa di Bedugul. Questa maestosa porta, caratterizzata da un grande arco circolare e da un tetto tradizionale balinese, si trova lungo la strada che conduce al tempio di Ulun Danu Beratan. Il Handara Gate è diventato un luogo molto popolare per i viaggiatori che si recano lì per scattare foto spettacolari con lo sfondo delle montagne e della vegetazione lussureggiante di Bali. Ti sarà sicuramente capitato di vederla nelle foto di qualche influencer, ma io mi sono rifiutata! Per fare una foto bisognava pagare e fare una fila di circa mezz’ora e anche di più. Ho preferito una foto ricordo fatta da lontano ma ugualmente bella. 

Scattare qualche foto al Wanagiri Hidden Hill: 

Wanagiri Hidden Hill è una destinazione turistica situata sulle colline di Wanagiri, nella regione di Buleleng, a pochi passi dalle mete di cui ho parlato precedentemente. Questo luogo è famoso per le sue incredibili vedute panoramiche, che includono viste mozzafiato sul lago Buyan e sul lago Tamblingan, oltre a paesaggi bucolici e foreste tropicali. Wanagiri Hidden Hill è molto amato per le sue altalene panoramiche, che permettono ai visitatori di scattare foto incredibili con paesaggi pittoreschi che fanno da cornice. Oltre alle altalene, ci sono numerose postazioni fotografiche creative come le grandi strutture a forma di nido d’uccello. 

Wanagiri Hidden Hill bali ubud

Emozionarsi davanti alla Leke Leke Waterfall: 

La cascata di Leke Leke è una meravigliosa attrazione naturale situata nei pressi del villaggio di Catur, nell’area montuosa di Tabanan. Per raggiungerla, bisogna fare un po’ di strada attraverso una rigogliosa foresta tropicale e una scalinata non particolarmente complicata, ma ti consiglio di portarti dietro acqua a scarpe comode. Una volta arrivati, la vista suggestiva della cascata che si riversa da una parete rocciosa alta ti lascerà senza parole. Qui è possibile fare il bagno e nuotare nelle acque rinfrescanti.

itinerario indonesia leke leke waterfall
Leke leke waterfall

Innamorarsi della Banyumala Waterfall:

La cascata di Banyumala è un gioiello nascosto situato nelle vicinanze del villaggio di Wanagiri, nella regione di Buleleng. Questa cascata selvaggia e intima rappresenta un luogo incantevole da vedere a Bali. Per raggiungere la cascata, si segue un percorso nella foresta e, anche in questo caso, una scalinata, e in circa 20 minuti si apre davanti una meravigliosa visuale.  Anche in questo caso è possibile fare il bagno sotto l’imponente cascata.

Leke-Leke-Waterfall

Farsi fare un massaggio balinese: 

I massaggi balinesi rappresentano una parte importante della cultura e della tradizione di Bali, offrendo un’esperienza rilassante e rigenerante. Questi massaggi combinano tecniche tradizionali balinesi con elementi di terapia olistica e aromaterapia, creando un’esperienza unica e benefica per mente, corpo e spirito. Durante il trattamento, vengono utilizzati oli essenziali naturali e olii aromatici locali per favorire il rilassamento muscolare, migliorare la circolazione sanguigna e alleviare lo stress e le tensioni accumulate. I massaggiatori balinesi sono noti per la loro abilità nel manipolare i tessuti muscolari e nel rilasciare blocchi energetici attraverso movimenti lenti, profondi e rilassanti. Se ne trovano di diverse tipologie e varie fasce di prezzo, ma ti consiglio di prenotare sempre in anticipo e leggere bene le recensioni.

Cosa fare a Bali Ubud: altre attività ed esperienze suggerite

Conclusioni:

Insomma, a Bali Ubud non mancano le cose da fare e vedere, anzi! Troverai una vasta gamma di esperienze e attività che ti permetteranno di immergerti totalmente nell’atmosfera balinese. Se vuoi organizzare un viaggio in autonomia non perderti tutti gli articoli sull’Indonesia nel mio blog, se invece hai dubbi o domande scrivimi nei commenti, ti risponderò il prima possibile. Ah, non dimenticare di seguirmi su Instagram per seguire i miei viaggi e lasciarti ispirare.