Come organizzare un viaggio a New York di 7 giorni

Se stai pianificando un viaggio a New York fai da te sei nel posto giusto. In questa guida troverai tutti i consigli per organizzare al meglio il tuo viaggio, farti risparmiare tempo e soldi e a goderti a pieno la Grande Mela.
Quando molte persone hanno saputo che avevo organizzato il mio viaggio a New York da sola, mi hanno chiesto se fosse veramente fattibile e privo di rischi, o se fosse meglio affidarsi a terzi. La mia risposta solita è “dipende”. Se si è disposti a dedicare tempo alla ricerca, all’informazione e alla pianificazione di un viaggio, che non è mai semplice o veloce, allora non ci sono grossi problemi; ma se si preferisce evitare questo impegno o si ha poca pazienza, allora è meglio affidarsi a professionisti del settore. Personalmente, amo occuparmi di tutto da sola e ho studiato i dettagli così attentamente che voglio condividerli con te.

In questa guida pratica troverai tutte le informazioni necessarie per organizzare un viaggio a New York fai da te.

Documenti per un viaggio a New York

La prima cosa da fare è quella di pensare ai documenti necessari per accedere a New York.
Sembra scontato, forse, ma assicurati di avere il passaporto con data di scadenza successiva alla data prevista per il rientro in Italia. Non è richiesto alcun visto per chi entra negli Stati Uniti per un periodo inferiore a 90 giorni, ma è essenziale richiedere e ottenere un’autorizzazione ESTA. Quest’ultima ha una validità di due anni e deve essere ottenuta almeno 72 ore prima della partenza tramite il sito ufficiale. Il costo dell’ESTA dovrebbe essere di 14 dollari ( 12,54 euro). Per ulteriori informazioni fai sempre riferimento al sito della Farnesina.

Assicurazione viaggio a new york

Tra i documenti necessari per un viaggio a New York, rientra quello dell’assicurazione, non obbligatorio ma altamente consigliato. Il servizio sanitario è ottimo ma i costi sono molto alti per questo è ideale stipulare una polizza assicurativa che preveda la copertura delle spese mediche e l’eventuale rimpatrio aereo sanitario.
Per i miei viaggi, mi affido sempre a Heymondo, una compagnia assicurativa online affidabile e rinomata, che offre tariffe competitive. Esplora le loro opzioni assicurative e richiedi un preventivo personalizzato per assicurarti una copertura completa durante il tuo viaggio a New York.

Heymondo mette a disposizione dei propri clienti un servizio dedicato, con un call center operativo 24/7. Garantisce il pagamento diretto delle spese mediche, eliminando la necessità di anticipare alcun costo. Offre, inoltre, una consulenza medica telefonica illimitata, disponibile 24 ore su 24. Questi servizi sono fondamentali durante i viaggi all’estero, soprattutto in situazioni di emergenza, fornendo un supporto completo e tempestivo.

Ottieni uno sconto del 10% sulla tua assicurazione viaggio: clicca qui.

Quando andare a New York

Sono stata a New York ad agosto, non posso di certo affermare che sia il periodo migliore, ma non avevo altra scelta. Sicuramente è una città affascinante in ogni stagione, caratterizzata da diversi elementi, ma agosto è molto caldo e afoso. Ho un ricordo terribile dei sotterranei delle metro in cui soffocavo e la mia fronte gocciolava come fossi un rubinetto. Pensa che uscendo dall’underground sembrava fresco e c’erano 30/35 gradi. Quindi, dopo la mia esperienza, lo sconsiglio vivamente!
L’inverno, invece, è particolarmente rigido, ma se non soffri il freddo ha il suo fascino. Di certo i periodi migliori per andare a New York sono la primavera e l’autunno.

viaggio a new york

Dove alloggiare

Se stai cercando un alloggio che offra comodità e una posizione centrale durante il tuo soggiorno a New York, l’Hotel Shoreham si è rivelata, per noi, un’ottima scelta. Situato sulla 55th Street tra la 5th e la 6th Avenue, questo hotel ha pienamente soddisfatto le nostre aspettative. Raccomando vivamente di optare per un hotel nel cuore della città per godere di tutto a portata di mano e per l’emozione di trovarsi nel cuore pulsante di Manhattan.

Se, invece, vuoi risparmiare, ci sono anche opzioni in zone tranquille leggermente più esterne come Long Island City, Brooklyn e New Jersey, che sono ben collegate con la metropolitana. Noi abbiamo scelto di risparmiare non includendo la colazione nell’hotel e abbiamo comprato al supermercato alcune cose.

Ecco alcuni hotel consigliati a New York:

Come muoversi a New York

I mezzi di trasporto a New York sono numerosi e abbastanza pratici, sia per visitare Manhattan che per raggiungere i quartieri più esterni. Noi abbiamo camminato tanto a piedi, ma abbiamo anche usato metro e autobus. Ecco come muoversi a New York:

  1. Metropolitana: La metropolitana di New York è estesa e copre gran parte della città, rendendola uno dei modi più rapidi e convenienti per spostarsi. È costituita da varie linee che attraversano Manhattan, Brooklyn, Queens e Bronx. I biglietti possono essere acquistati alle stazioni della metropolitana o tramite l’applicazione mobile ufficiale MTA.
  2. Autobus: New York dispone di una vasta rete di autobus che collegano i diversi quartieri della città. È un’opzione utile per raggiungere destinazioni non servite dalla metropolitana. Anche i biglietti per gli autobus possono essere acquistati alle fermate o tramite l’applicazione mobile MTA.
  3. Taxi e servizi di ride-sharing: I famosi taxi gialli sono facilmente disponibili in tutta la città e possono essere prenotati per strada o tramite app. Inoltre, servizi di ride-sharing come Uber e Lyft sono ampiamente utilizzati e offrono una conveniente alternativa ai taxi tradizionali.
  4. Biciclette: New York ha sviluppato una rete di piste ciclabili in continua espansione, rendendo le biciclette un’opzione popolare per muoversi in città. Ci sono diverse società di bike-sharing che offrono noleggio di biciclette per brevi periodi di tempo.

Come usare il telefono e Internet a New York

Prima di intraprendere un viaggio negli Stati Uniti, è essenziale pianificare attentamente l’utilizzo del telefono cellulare per evitare costi aggiuntivi e problemi di connettività. Di seguito ti condivido alcune opzioni

  • Utilizzare la SIM di cui si è già in possesso, optando per le offerte internazionali fornite dalla propria compagnia telefonica.
  • Acquistare una SIM prepagata o usa e getta per gli Stati Uniti come alternativa conveniente o temporanea.
  • Considerare l’opzione di acquistare un’ESIM per gli Stati Uniti, che offre la comodità di una scheda virtuale senza la necessità di inserire una SIM fisica.
  • Prima della partenza, disattivare il roaming dati su tutti i dispositivi che non saranno connessi a una rete Wi-Fi al fine di evitare costi non previsti eccessivi.

Viaggio a New York costi

Penso che valutare i costi di un viaggio sia un aspetto molto soggettivo, poiché dipende da diversi fattori come il periodo dell’anno, la durata del soggiorno, il tipo di alloggio e le attrazioni visitate. Tuttavia, è importante tenere presente che un viaggio a New York di solito comporta spese consistenti.

Personalmente, quando viaggio, preferisco non impormi troppi limiti. Una volta sul posto, non sapendo quando o se avrò l’opportunità di tornare, mi concedo il lusso di fare ciò che desidero senza essere troppo vincolato al portafoglio. Naturalmente, tutto viene fatto con consapevolezza delle mie possibilità finanziarie. Ad esempio, per un soggiorno a New York di 7 giorni in due, abbiamo speso circa 2000€ a testa tutto incluso.

organizzare viaggio a new york

Costi viaggio a New York dettaglio:

  • Volo: i prezzi variano dai 300 ai 600 euro circa.
  • Alloggio: il minimo a notte è di circa 100 euro, è difficile trovare qualcosa al di sotto di questa cifra.
  • Mangiare: ovviamente dipende ma in media i prezzi si aggirano intorno ai 20/25$ incluse mance e tasse.
  • Trasporto: arrivando all’ aeroporto JFK abbiamo preso un taxi per Manhattan pagando circa 70€. È possibile arrivare in centro con l’Airtrain $10 (A/R), e per i trasporti consiglio la New York Metro Card 7 giorni, che al costo di $33 per l’intera durata del viaggio, include tutti i mezzi pubblici.
  • Pass attrazioni: per visitare musei o attrazioni, consiglio di scegliere uno dei numerosi pass. Non sono per niente economici ma sicuramente fanno risparmiare rispetto ai costi singoli dei biglietti. I prezzi si aggirano tutti intorno ai 160/200 € a persona.
  • Assicurazione viaggio: ovviamente dipende dalla compagnia ma di solito tra i 60/100€.

Leggi anche: Assicurazione Viaggio: quale e come sceglierla? 10% di sconto con Heymondo

Viaggio a New York consigli

  • Durante l’estate, l’escursione termica può essere significativa: all’aperto fa molto caldo, mentre all’interno di luoghi chiusi come ristoranti, treni della metropolitana o negozi, l’aria condizionata è spesso impostata al massimo, rendendo l’ambiente molto freddo. È consigliabile portare sempre con sé una sciarpa e una giacca per affrontare i cambiamenti di temperatura.
  • Per vincere il jet lag non bisogna dargli peso! Più ci pensi, più lo senti. Il primo giorno, arrivati di sera, siamo andati a letto alle 23 circa e al mattino alle 6 eravamo già svegli, ma dopo due giorni abbiamo iniziato ad abituarci senza alcun problema. Non ho notato assolutamente la differenza di 6 ore soprattutto all’andata. Al ritorno in Italia, l’unica cosa che ho avvertito è stato un senso di spossatezza per un paio di giorni, niente di rilevante, insomma!
  • Spesso ho sentito dire “bastano 3 giorni per vedere New York, tanto non c’è nulla”. Sfatiamo questo mito, non è assolutamente vero! New York è enorme e ha tantissimo da offrire e visitare, per cui, per meno di 7 giorni credo sia inutile andare.
  • Se decidi di acquistare uno dei pass ti consiglio di leggere e studiare attentamente cosa offre e include ognuno di loro. Fai una lista di ciò che vorresti visitare tu, verifica quale dei pass include tutto questo e acquistalo online. Noi abbiamo scelto il Freestyle pass che ci dava accesso a 3, 5 o 7 attrazioni a scelta.
  • Per altri sconti, tipo il noleggio di bici, tour, escursioni e biglietti guarda su Get Your Guide, spesso si trovano prezzi ottimi e si può prenotare con cancellazione gratuita.
  • Non dimenticare che negli Stati Uniti è consuetudine lasciare una mancia, che solitamente varia dal 10% al 20% del totale del conto. Spesso troverai la voce “Tip” anche nelle ricevute. Inoltre, quando fai acquisti, è importante considerare che di solito viene aggiunta un’imposta sulle vendite dell’8,875%.
  • La metro è funzionante 24 ore.
  • Verifica sempre i massimali della tua carta di credito e accertati, tramite la banca, che sia valida anche negli USA.
  • È vietato bere alcolici per strada e soprattutto ai minori di 21 anni.
  • Per il viaggio utilizza un bagaglio con il lucchetto TSA, se la tua valigia non lo include lo puoi acquistare qui su Amazon.
  • Porta sempre un adattatore.
guida su new york

Conclusioni

E così giungiamo alla fine di questa guida pratica per organizzare un viaggio a New York in autonomia. Come hai potuto vedere, le cose da tenere presente prima di organizzare un viaggio a New York sono tante, ma pianificare tutto da soli non è impossibile. Ovviamente ti consiglio di organizzare tutto per tempo per risparmiare ed evitare gli imprevisti del last minute. Spero di esserti stata d’aiuto ma se hai ulteriori domande non esitare a scrivermi nei commenti, e ricorda di seguirmi su Instagram per non perdere tutti i miei consigli di viaggio.✍😊